cos'è

il rotary

Siamo in 1,2 milioni, tra vicini di casa, amici e professionisti, uniti nell'obiettivo di portare cambiamenti positivi e duraturi nelle comunità in cui viviamo e nel mondo.​

Il fatto di provenire da culture e da Paesi diversi e di esercitare le professioni più disparate ci permette di vedere la realtà da una molteplicità di angolature. La nostra passione comune per il servire ci aiuta a realizzare l’impossibile.

COSA CARATTERIZZA IL ROTARY?

La diversità demografica e i diversi approcci disciplinari dei nostri soci comportano numerosi vantaggi:

  • Una prospettiva diversa: la nostra interdisciplinarità ci aiuta ad affrontare i problemi in modo innovativo.
  • Un diverso modo di pensare: applicando la nostra esperienza di leadership e le nostre competenze alle questioni sociali, riusciamo a trovare soluzioni efficaci.
  • Il senso di responsabilità: entusiasmo e perseveranza sono alla base di cambiamenti positivi che durano nel tempo.
  • Il voler fare la differenza nel luogo in cui viviamo e nel mondo: i nostri soci hanno una presenza locale e internazionale.

IL ROTARY E I SUOI INNI

Gli eventi rotariani vengono introdotti oltre che dall’inno Italiano e da quello Rotariano anche dal tema solo musicale del quarto movimento della nona sinfonia di Beethoven.

In questo movimento Beethoven ha introdotto l’Inno alla Gioia, dall’Ode alla Gioia di Friedrich Schiller. Nel 1972 e nel 1985 prima dal Consiglio d’Europa e poi dai Capi di stato e di governo dei paesi membri il tema è stato adottato come Inno ufficiale dell’Unione europea.

In musica Beethoven ha dato forma e rappresentazione sonora ai versi “gioia, bella scintilla divina…Il tuo fascino riunisce ciò che la moda separò, ogni uomo s’affratella dove la tua ala soave freme…” che esprimono l’ideale della fratellanza universale.

L’idea della gioia è intesa come risultato a cui l’uomo perviene liberandosi dal male, dall’odio e dalla cattiveria.

Per un attimo pensiamo a come il sorriso che nasce dalla gioia, scaturigine di ogni sentimento di umana bontà e fratellanza, potrebbe annichilire l’odio e la volontà di potenza che muove gli uomini alla guerra ed alle più efferate violenze contro gli altri uomini.

Ecco perché il sorriso nei volti delle immagini che scorrono durante l’esecuzione degli inni enfatizza il profumo lieto e magico della bellezza che sconfigge le brutture del mondo e si traduce nei service che i Club rotariani svolgono per le comunità.

E, come Dostoevskij faceva dire al principe Miskin: la “bellezza salverà il mondo”.

Piazza Padania, 12 – 22036 Erba (CO) | C.F. 91015250136
PEC:  rotary@pec.erbalaghi.it | Ufficio Segreteria: rotary@erbalaghi.it