Home » News » Da Otello a Roberto

Da Otello a Roberto

    Da Otello a Roberto – Rotary Erba Laghi: un nuovo inizio. La Magia del Rotary

    Il 27 giugno scorso al Castello di Casiglio di Erba si è chiuso un altro anno rotariano e se n’è aperto un altro.

    Come ogni anno si tirano le somme, si guarda indietro per vedere che cosa è successo nella vita del Club. Ed è accaduto veramente tanto!

    Progetti importanti in continuità, come la prevenzione oculistica ed urologica, o il Pasto sospeso che ha ottenuto grandi consensi in questi anni; progetti innovativi, come quello che ha messo il focus sui giovani, sulle loro fragilità e sul loro benessere nelle scuole: Per rabbia e per dolore: un cerotto sul pugno o la serata dedicata alla cyber sicurezza, organizzata in collaborazione con il Comune di Erba.

    Quest’anno sono concretizzati rilevanti eventi pubblici dedicati alla musica, tanto cara al presidente uscente Otello Azzali, che hanno riempito il teatro cittadino, come il magnifico Gospel natalizio, ed esaltato la splendida Chiesa dei Magi, come il recente concerto per pianoforte e violino o, infine, hanno dato impulso alla cultura, con l’apertura della sezione egizia del Museo civico di Erba.

    Ma c’è stata anche grande attenzione ai soci, alle iniziative che portano unione, convivialità e consolidano l’amicizia. L‘anno di Otello ci ha portato tre nuovi soci, e non è poco, in un clima generale dove la disgregazione spesso vince sull’aggregazione!

    Questo e tanto altro testimonia un grande impegno e un grande sostegno da parte dei soci che hanno unito le forze durante quest’anno, anche grazie alla recente commissione fundraising  che ha raccolto oltre 23.000 euro. Perché anche questo è nelle capacità rotariane: trovare fondi e farli fruttare per il bene della comunità.

    Parte così un nuovo anno con il Presidente Roberto Molteni e subito ci appare un’immagine suggestiva: una grande orchestra, dove tutti gli orchestrali danno il meglio di sé, ma non in sapienti assolo. I musicisti suonano magistralmente all’unisono una musica che si traduce in pura armonia. Un lavoro di squadra dunque, che -traslato alla vita del Club- ognuno dà il suo apporto, offre il suo meglio nella convivialità, ma soprattutto nella collaborazione e nel mettersi a disposizione.

    Ambizioso, faticoso, impegnativo?

    Certo, come può esserlo una maratona, una gara sportiva! E il nostro Presidente ne sa parecchio di gare e di vittorie!

    Ma una cosa è sicura: grazie ai soci che compongono la sua quadra, insieme alle nove commissioni pronte a lavorare e ad impegnarsi, non correrà da solo: avrà soci motivati al suo fianco che correranno con lui e sicuramente molti pronti a fare il tifo!

    passaggio delle consegne da Otello a Roberto